Machu Pichu, Perù
 

DOSSIER

Temi e Paesi della Cooperazione Internazionale

 

La risorsa cultura (marzo  2016)

La Cooperazione italiana per il Patrimonio culturale

 

Paesi di intervento:

 

PERU' 

Formazione al restauro

Immagine ingrandita [Attezione per ingrandire questa immagine potrebbero essere necessari alcuni secondi]E' in corso di elaborazione un programma della Cooperazione Italiana per la creazione di un Centro per il restauro dei Beni

culturali a Lima. Il progetto, che dovrebbe essere affidato dalla Dgcs all'Università di Roma Tre, ha come controparte

l'Istituto nazionale di cultura del Perù e come sede il Museo di Antropologia e Archeologia del Perù, e prevede il potenziamento

delle strutture specialistiche per il restauro delle pitture su cavalletto e delle sculture policrome, e la formazione di restauratori-conservatori, congiuntamente all'avvio della formazione in sede accademica: infatti, nel biennio di durata dell’iniziativa,

dovrebbe essere attivato un Master al quale collaboreranno due importanti università peruviane (Universidad Católica del

Perú e Universidad Nacional de Ingeniería) e saranno attivati corsi di minore durata per la riqualificazione e l’aggiornamento

di restauratori peruviani provenienti dai musei dell’intero paese.

Anche in questa occasione è stata garantita la disponibilità a fornire una collaborazione specialistica da parte

dell'Istituto centrale del restauro (Icr) di Roma.

 

 

Immagine ingrandita [Attezione per ingrandire questa immagine potrebbero essere necessari alcuni secondi]

L’Università degli Studi Roma Tre ha siglato, congiuntamente all’Instituto Nacional de Cultura del Perù, un Accordo Quadro

ed un Protocollo Esecutivo specifico riguardante l’iniziativa.

La quota di co-finanziamento che si richiede alla DGCS è pari a € 493.700,00. La parte restante, per un valore pari al 47.2%,

sarà sostenuta dal beneficiario Istituto Nazionale di Cultura e dalla Università di Roma Tre.

Il documento di progetto attualmente è ancora all’esame del competente Ufficio Territoriale della Dgcs.

 

 

Le ragioni dell’intervento italiano

Immagine ingrandita [Attezione per ingrandire questa immagine potrebbero essere necessari alcuni secondi]

Il Centro di restauro, perfettamente attrezzato, consentirà la specializzazione di esperti peruviani che diverranno essi stessi

formatori, consentendo così la nascita della Scuola Nazionale di Restauro del Perù.


Le particolari esperienze italiane in materia di restauro, già impiegate per la creazione di centri analoghi promossi dal

Ministero degli Affari Esteri (tra cui il Centro di formazione per la conservazione e il restauro a Pechino, e il Malta Center

for Restoration), garantiranno il successo del progetto da realizzare in Perù.

Nel Centro di Lima saranno restaurati capolavori dell’arte precolombiana e coloniale peruviana, e ciò contribuirà a

valorizzare l'impegno e la qualità dell'intervento della Cooperazione italiana in questo importante settore.

 

 

 

LINK SUL TEMA

Direzione per il Patrimonio culturale del Ministero della Cultura del Perù

 

    

    Il sito del Corso di   

     Cooperazione 2015

 

 

    Il sito del Corso di

     Cooperazione 2016

 

 

Siria

Egitto

Libano

Palestina

Giordania

Iran

Tunisia

Algeria

Marocco

Mauritania

Serbia

Kosovo

Cina

Perù

Salvador

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indietro a Dossier