CinemArena in Rwanda

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Corso di Laurea in Scienze storiche, del territorio e per la cooperazione internazionale

 

Il Progetto 2018

 

Progetto CinemArena in Rwanda: donne, emancipazione e salute

8888

Il Progetto prescelto - tenendo conto delle aree di interesse geografico e tematico dell'Università Roma Tre - riguarda il tema

della cooperazione per l'emancipazione femminile e la prevenzione dell'Aids, tematiche prioritarie della Cooperazione italiana.

Il progetto rientra nel quadro del Programma CinemArena, già proposto in diversi Paesi africani.

Il Paese d'intervento è il Rwanda - Paese prioritario per la Cooperazione italiana, con una consolidata presenza di Ong

italiane e importanti programmi della Cooperazione governativa.

 

 

INDICE DEL PROGETTO:

 

1. GIUSTIFICAZIONE E CONTESTO

Dopo il terribile genocidio del 1994, la situazione del Rwanda si è stabilizzata a partire dagli anni 2000, con l’ascesa al potere di Paul Kagame, che ha

avviato un progetto di pacificazione tra le due etnie in conflitto: gli Hutu e i Tutsi. Le più colpite dalla tragedia erano state le donne, che durante i mesi

del genocidio erano state vittime di stupri e spesso contagiate da malattie come l'Aids. Secondo l’ONU i casi di stupro furono da 250 mila a circa mezzo

milione. Molte di queste donne si sono suicidate.

Le donne, che avevano le mani meno sporche di sangue, cominciarono lentamente ad emanciparsi: nel 1999 viene loro riconosciuto il diritto all’eredità,

in seguito la possibilità di aprire un conto in banca da sole, senza permessi del marito. Nella nuova costituzione del 2003 viene introdotto un sistema

efficace di quote rosa, dando alle donne il 30% dei seggi in tutti gli organi governativi: nel 2008 diventa primo paese al mondo ad avere più donne che

uomini in parlamento con il 56% degli eletti. Nel 2013 sono il 64%.

Nonostante oggi l'emancipazione femminile abbia fatto grandi passi avanti, e la sanità sia notevolmente progredita, risulta ancora necessaria - soprattutto

nei paesi e nei villaggi delle 'mille colline' dal Rwanda - un'opera di sensibilizzazione sui temi di genere, l’educazione sessuale e le malattie sessualmente

trasmissibili.

Il nostro progetto intende intervenire su questi temi attraverso l'iniziativa del CinemArena.  Si tratta di una ”carovana itinerante” che da anni porta il

cinema nelle regioni più remote dei Paesi in via di sviluppo, per creare occasioni di aggregazione e sensibilizzazione sociale. Durante il percorso del

CinemArena vengono proposti film di intrattenimento e video pedagogici realizzati appositamente dal team sui temi dell'iniziativa. Gli abitanti dei villaggi 

vengono coinvolti nella registrazione di interviste e sketch che vengono poi proiettati nel corso dell’evento. Questa modalità di realizzazione delle campagne informative rafforza il processo di identificazione del pubblico presente alle proiezioni, contribuendo all'efficacia dei messaggi che vengono trasmessi e

incoraggiando i destinatari a sentirsi attori attivi del proprio cambiamento.

Per queste ragioni l’Università degli Studi di RomaTre ha elaborato un progetto di 8 mesi che prevede una carovana itinerante che toccherà diverse regioni

del Rwanda, in particolare quelle  meridionali e occidentali, dove si registra la maggiore concentrazione di povertà, affrontando le tematiche sopra citate.

 

Progetto:

cfr. progetto analogo della Cooperazione italiana

Ente esecutore: Università di Roma Tre

Partner principali: Agenzia per la Cooperazione italiana e Utl di Kampala

Partner istituzionali: Unido, Unfpa e Pam

Partner non governativi: Ong Aics e Aidos.

Durata del progetto: 8 mesi

 

2. SOGGETTO RICHIEDENTE E PARTNER

Soggetto richiedente:

Proponente del progetto pilota è l'Università di Roma Tre, i cui studenti - in occasione del Corso di Cooperazione internazionale 2017/2018 -

hanno elaborato questa prima bozza di progetto. L'Università di Roma Tre ha negli ultimi anni rafforzato il suo impegno in attività di Cooperazione

allo sviluppo, proponendosi come soggetto esecutore di diversi progetti, in vari ambiti, tra i quali il Patrimonio culturale o la Formazione sui temi

della Giustizia; in Paesi quali la Somalia, per la quale è stato realizzato un importante "Archivio Somalia", sede virtuale della cultura del paese;

o il Salvador, dove è stato completato recentemente un progetto di sostegno alla Segreteria della cultura (Secultura) salvadoregna.

 

Partner principali:

- Agenzia Italiana per la Cooperazione - Ministero degli Affari Esteri - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo

  La Dgcs è già stata finanziatore di Roma Tre per diversi progetti, nei temi sopra accennati. L'attuale Agenzia per la cooperazione ha mantenuto

  tra le sue priorità la Sanità e la tutela delle Donne, con particolare attenzione per i Paesi africani. La Cooperazione Italiana

  rappresenta uno dei partner di riferimento per il Rwanda: diversi sono stati i progetti, finanziati sul canale bilaterale.

  Nel dicembre 2017, il Comitato congiunto per la cooperazione allo sviluppo, presieduto dal Maeci, ha approvato un pacchetto di iniziative per un  

  ammontare di circa 165 milioni di euro. Gran parte dei progetti approvati andranno a beneficio dell’Africa, visto l'impegno a rilanciare la  cooperazione

  italiana con quel continente, sempre più centrale nelle decisioni di politica estera. Si interverrà soprattutto a favore dello sviluppo dei settori sanitario,

  agricolo e dell’imprenditoria locale.

- Utl (Unità tecnica locale della Cooperazione italiana) di Kampala, responsabile per Uganda, Rwanda e Burundi, diretta dall'Esperto ............ 

  L'Utl - con i suoi contatti, il suo costante dialogo con le autorità locali, e la sua diretta conoscenza del territorio - ha sviluppato nel   corso degli anni

  diversi programmi e rapporti con associazioni locali, approfondendo ulteriormente i temi che sono alla base del nostro progetto.

Partner istituzionali:

- UNIDO Italia èun'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di problemi agricoli del nord Africa legati alla sanità; ad esempio il problema della diffusione

  dell'AIDS a seguito della scarsa conoscenza delle norme igieniche e alimentari. L'UNIDO coordina programmi di supporto rivolti alle istituzioni al fine di

  facilitare gli investimenti nei paesi africani in via di sviluppo. Nel 2012 ha attuato un progetto, per il costo complessivo di 900.000 euro per promuovere

  la produzione di farmaci antiretrovirali onde evitare il trasporto da altri paesi.

- UNFPA: il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione ha come obiettivo principale quello di garantire l’accesso universale ai servizi di salute materna

  e riproduttiva, promuovere la realizzazione dei diritti sessuali e riproduttivi di tutti, e ridurre la mortalità materna e infantile nel mondo. Su questi temi,

  ha svolto diversi interventi in Rwanda.

- PAM: il Programma Alimentare Mondiale, con sede a Roma, costituisce il braccio operativo delle Nazioni Unite per gli aiuti alimentari. Il WFP mette

  la fame al centro dell’agenda internazionale, promuovendo policies, strategie e operazioni che vadano direttamente a beneficio dei poveri e di chi ha fame.

  Il PAM ha anche collaborato nel 2006 con il programma DREAM per la lotta al virus nell’Africa Sub-Sahariana.

 

Partner non governativi:-------------------------------------------9----------------------------------------------------------- mOng Partner (attive nel Paese sede del

- AIDOS http://www.aidos.it/ (Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo), si occupa della promozione e difesa di diritti, dignità e della libertà

  di scelta di donne e ragazze. Si tratta di una Ong specializzata sul gender, con una specifica esperienza nella prevenzione dell’AIDS. 

  Sebbene non operi in Rwanda, ha partnership con associazioni femminili di paesi dell’Africa orientale (Kenya) e ha realizzato in Tanzania, paese 

  confinante con il Rwanda, una “Campagna contro la trasmissione del virus HIV da matrimonio precoce e da stupro”. www.aidos.it/prevenzione-aids/

  Anche le dimensioni dell’Associazione sembrano adeguate a una potenziale collaborazione con l’Università Roma Tre.

- ARCS http://www.arcsculturesolidali.org/it/home-2/, è impegnata nella lotta ad ogni forma di esclusione sociale e nella difesa delle libertà

  e della democrazia partecipata nell’affermazione di una società globale di diritti e giustizia.

  ARCS ha in corso un progetto in Rwanda, realizzato insieme a SEVOTA, mira a riabilitare le vittime di violenza a livello sociale, psicologico

  ed economico rafforzando la capacità e lo spirito imprenditoriale delle donne e degli orfani, organizzando momenti di incontri formativi e di

  supporto psicosociale sulle tematiche inerenti i diritti di genere, la prevenzione e la lotta contro la violenza, la diffusione della cultura della pace.

  http://www.arcsculturesolidali.org/it/progetti/ruanda-reintegrazione-socio-economica-fase-ii/

 

 

Controparti locali del Progetto:

- Ministero della Famiglia e dello Sviluppo Sociale del Rwanda

- Ministero della Sanità del Rwanda

 

- Vicesindaci per gli Affari sociali (cfr.elenco e riferimenti)

 

 

3. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Obiettivo generale

Obiettivo generale del progetto è contribuire al miglioramento delle difficili condizioni riguardanti la sanità e il ruolo della donna nella società ruandese .

Obiettivi specifici

1. Sensibilizzare la popolazione all'emancipazione femminile e alla parità di genere, affrontando temi quali la violenza sulle donne, di cui sono vittime

     soprattutto le popolazioni extraurbane.

2. Divulgare le tematiche dell'igiene e della salute, in particolare la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e infettive come AIDS,

    tubercolosi e malaria.

3. Educare la popolazione a temi quali la sessualità e metodi contraccettivi, anche al fine di contenere il numero delle nascite.

4. Educare i bambini a una corretta igiene orale e alla prevenzione delle malattie infettive; sensibilizzarli inoltre sui temi della parità dei sessi.

 

4. DESTINATARI


Destinatari Diretti

I destinatari diretti del Progetto sono:

Tot donne

Tot bambini con problemi di igiene e salute orale, quali malformazioni del labbro e del palato.

Destinatari Indirettii

I destinatari indiretti del Progetto sono:

Tot abitanti dei paesi e dei villaggi toccati dalla Carovana del CinemArena

Opinione pubblica rwandese toccata dalla comunicazione relativa al progetto

 

5. QUADRO LOGICO

Obiettivo  Generale:    

Contribuire al miglioramento delle difficili condizioni riguardanti la sanità e il ruolo della donna nella società ruandese .

     

Obiettivi Specifici:  

1. Sensibilizzare la popolazione all'emancipazione femminile e alla parità di genere
2. Divulgare le tematiche dell'igiene e della salute

3. Educare la popolazione a temi quali la sessualità e metodi contraccettivi
4. Educare i bambini a una corretta igiene orale

Risultati attesi                          Logica d’intervento

             Indicatori

                 Fonti di verifica

              Condizioni

                   

Risultato 1             X pubblico sensibilizzato dal CinemArena      

                                                                                                              

Attività  1.1                       Organizzazione della Carovana

Attività  1.2                 Tour della Carovana nei villaggi                   Numero di villaggi raggiunti                  Quaderno di bordo                       Strade percorribili

                                                                                                             

Attività  1.3                     Azioni di sensibilizzazione                            Partecipazionedel pubblico                   Filmati e interviste                   Spazi e animatori adeguati

 

Risultato 2           Sensibilizzate xx donne su emancipazione

Attività  2.1          

Attività  2.2           

               

Risultato 3           Sensibilizzati xx bambini su temi sanitari

Attività  3.1               

 

Risultato 4             Sensibilizzata opinione pubblica rwandese   

Attività  4.1        

                                    

 

6. RISULTATI ATTESI E RELATIVE ATTIVITA’

Risultato 1: Circa x abitanti di y villaggi rwandesi raggiunti dal CinemArena

Attività 1.1: Organizzazione della Carovana del CinemArena in Rwanda

Preparazione e contatti:

Viaggio per due (?) esperti che saranno mandati sul posto un mese prima del tour, con il compito di parlare con le autorità del posto e con il Ministero

dei Trasporti http://m.mininfra.gov.rw/ e altri responsabili. Ccfr.link http://uturere.rw/ portale governativo Uturere: per ogni distretto sono disponibili i nomi dei responsabili governativi (Presidente, Sindaco, Affari Sociali, ecc.) e le informazioni di contatto.

.....................................................

 

Partecipanti:

.................................

Attrezzatura: -  4 fuoristrada

   (Vista la conformazione del terreno, per organizzare gli spostamenti la soluzione che sembra più adatta è quella di affittare delle jeep).

- 1 utilitaria 5 posti, per il mese preparatorio a Kigali

-  generatore e stabilizzatore di corrente

parti di ricambio da portare al seguito della carovana (ruote di scorta, lampadine fari e kit primo intervento in caso di guasti ai veicoli);

- schermo smontabile

.......

 

Attività 1.2: Tour della Carovana nei villaggi

Il progetto prevede due itinerari nelle regioni meridionale e nord-occidentale del paese. Il periodo migliore in cui la carovana potrebbe spostarsi

sono i mesi da giugno a agosto, poiché già a settembre piove mediamente 9 giorni al mese. Le temperature in quel periodo oscillano mediamente

tra i 14 e i 27 gradi e sono quindi ideali.

L'itinerario comprenderà .......

1) le province meridionale e settentrionale, con un itinerario circolare che abbia Kigali come punto di partenza, Vunga come

punto intermedio, e ancora Kigali come punto di arrivo. Abbiamo già individuato le prime due possibili tappe intermedie: il villaggio di Rugalika

e quello di Rutobwe, entrambi situati nella provincia meridionale, ma posti sui lati opposti della strada principale.

2) le province meridionale e occidentale, che sono la seconda e la terza più popolose del paese. Secondo il censimento, vivono in aree rurali

il 91.1% della popolazione nella provincia meridionale e l’87.8% nella provincia occidentale.

Carte dettagliate: https://www.dropbox.com/sh/gimj2qsq0urtwr0/AAA5EqeWKN4BDUJ4aRPRjwQZa?dl=0

Cfr. Itinerario previsto.1)

 

Attività 1.3: Preparazione delle attività e dei materiali di sensibilizzazione

Per i filmati, cfr. il documento

 

Risultato 2: Sensibilizzate xx donne dei villaggi rwandesi sui temi dell'emancipazione femminile e della parità di genere

Attività 2.1: ..............................................

La troupe del CinemArena informerà e divulgherà conoscenze...

 

Risultato 3: Sensibilizzati xx bambini ad una corretta igiene orale, alla prevenzione delle infezioni e alla parità tra uomo e donna           

Attività  3.1:  Azioni e materiali di sensibilizzazione

La troupe del CinemArena - con il supporto della Fondazione Operation Smile, informerà e divulgherà conoscenze sull’igiene della bocca e dei denti,

sulle possibili cure per le malformazioni del labbro e del palato (labioschisi, palatoschisi e labiopalatoschisi) anche attraverso la proiezione di brevi

filmati (tra cui un film muto di Stanlio e Ollio e un simpatico cartone animato); nell’intermezzo, un clown presenterà un banner con le vignette illustrative

e distribuirà materiale cartaceo informativo.

Altri materiali di sensibilizzazione (cinema d'animazione e giochi di ruolo) riguarderanno la prevenzione delle infezioni (anche rispetto alla qualità

dell'acqua) e la parità uomo/donna.

Si organizzeranno anche giochi a squadre in cui i bambini collaborano alla creazione di un oggetto in cartapesta che verrà poi valutato da una giuria

costituita dagli stessi bambini. Le squadre di bambini saranno capitanate da capigruppo eletti tra i bambini. Perché possa emergere la morale sociale

del gioco, riteniamo sia opportuno che siano delle bambine sia a svolgere il ruolo di capigruppo sia a far parte della giuria.

Saranno anche organizzati test rapidi AIDS, che saranno effettuati in 10 dei villaggi dove la carovana si recherà a cura di infermieri ospedalieri

specializzati (3 per ciascun villaggio). I villaggi sono stati prescelti in funzione della presenza di strutture sanitarie (lista già acquisita), a cui sarà

richiesto di rendere disponibile il personale.

 

Risultato 4: Sensibilizzati cittadini e opinione pubblica rwandese sui soggetti e le attività del progetto

Attività 4.1: Realizzazione di una campagna di sensibilizzazione

Saranno sviluppate campagne di sensibilizzazione per far conoscere al pubblico rwandese malattie causate da acqua contaminata, mancata igiene

o educazione sessuale, temi sui quali saranno prodotti messaggi e trasmissioni radiofoniche e televisive, a partire dalle attività e dagli argomenti

della carovana...

 

Durata complessiva del progetto: 8 mesi


Responsabile Scientifico: Prof. Massimo Ghirelli, Università di Roma Tre

 

7. ASPETTI METODOLOGICI 

Trattandosi di un progetto volto a sensibilizzare la popolazione ruandese riguardo temi molto ‘sensibili’, quali l’emancipazione femminile

e la salute di donne e bambini, è necessario un approccio fortemente partecipativo che coinvolga le diverse classi e ambienti sociali, attraverso

attività mirate a sviluppare una maggiore presa di coscienza riguardo tali problematiche.

La metodologia prevede uso di documentari, film di intrattenimento e di animazione, drammatizzazioni e interviste, con il fine di intrattenere

e allo stesso tempo di educare: quindi attività di coinvolgimento attivo dei partecipanti, essenziale per il processo di informazione e sensibilizzazione

della popolazione.

Per gli aspetti comunicativi sarà necessaria la presenza di operatori specializzati, se possibile con precedente esperienza sul territorio, e con una

buona conoscenza delle lingue veicolari; ma anche di mediatori linguistico-culturali ruandesi. È inoltre necessaria la partecipazione di esperti nel

settore di genere e nei campi sanitari e pedagogici, poiché l’attenzione sarà dedicata principalmente alle donne e ai minori: soggetti con i quali

è necessario instaurare un rapporto più delicato.

 

8. CRONOGRAMMA

Attività                           Mese 1       Mese 2        Mese 3          Mese 4      Mese 5      Mese 6       Mese 7      Mese 8     

Attività 1.1:                      X                X                X                X                X                 X                X                X                 X                  X                   X                X 

Attività 1.1:                                                                                        X                X               X                X                X                                     

Attività 1.2:                                                                                        X                X               X                X                X                            

Attività 1.3:                                                                                        X                X               X                X                X                         

Attività 2.1:                                                             X                         X                                 X                X                                                                  

Attività 2.2:                                                             X                        X                X               X                X                 X               

Attività 3.1:                                                             X                        X                X               X                X                 X                   

Attività 4.1:                         X                X               X                       X                X                X                X                X

       

 

9. MONITORAGGI E VALUTAZIONI

Le attività di monitoraggio e valutazione hanno lo scopo di analizzare criticamente le varie tappe della carovana itinerante

e, qualora si ritenga necessario, apportare dei miglioramenti al progetto. Infine si valuteranno i risultati finali ottenuti.

Le attività di monitoraggio si compongono di un'analisi interna ed esterna.

MONITORAGGIO INTERNO:

L'attività sarà svolta da personale interno al progetto: il capoprogetto, i 3 Esperti di genere, sanità e comunicazione.

Si effettueranno dei controlli periodici, con cadenza mensile, durante l'intera durata del progetto.

MONITORAGGIO ESTERNO:

Il monitoraggio sarà effettuato a metà percorso dal Docente dell'Università di Roma Tre, attraverso un'analisi delle attività e dei

risultati raggiunti e anche con interviste agli operatori della carovana e a destinatari qualificati del progetto.

VALUTAZIONI

Una valutazione interna al progetto sarà effettuata al termine delle attività, nelle ultime settimane del progetto.

La valutazione esterna sarà invece condotta al termine del progetto da un Esperto esterno, che verificherà gli obiettivi raggiunti,

le criticità e i risultati del progetto.

 

10. SOSTENIBILITA’ DEL PROGETTO

Sostenibilità istituzionale


Sostenibilità Sociale

 

Sostenibilità Economica

 

Sostenibilità Ambientale

 

Replicabilità

La replicabilità del progetto è assicurata dai seguenti elementi:

 

11. RISORSE UMANE, FISICHE E FINANZIARIE

Il progetto prevede Personale espatriato e Personale in loco.

- Docente Roma Tre: rapporti con istituzioni, inizio, metà e fine; e una missione di valutazione del progetto.

- Esperto di politiche di genere e protezione sociale: per la preparazione del progetto, la scelta dei materiali utili alla sensibilizzazione e dei

  mediatori linguistici: monitora l’inizio, lo svolgimento e la fine del progetto.

- Medico infettivologo: utile alla preparazione del progetto, alla scelta dei materiali utili alla sensibilizzazione e dei mediatori linguistici, monitora

  l’inizio, lo svolgimento e la fine del progetto.

- Esperto in comunicazione sociale: lavorerà in determinati momenti del progetto, a partire dalla preparazione dello stesso, dalla conoscenza

  dei mediatori sul luogo, della troupe che girerà il cortometraggio e di tutto il personale impegnato. Potrà gestire le pagine social

  del progetto ed aiutare la troupe a scegliere i migliori filmati o immagini da inserire poi nel cortometraggio finale.

- Volontari: 3

- Cooperanti: 1

Personale in loco:

Sono anche previsti, oltre ai viaggi internazionali e agli spostamenti interni in Rwanda....

Ci sono infine le risorse per le attività di comunicazione e sensibilizzazione.....

 

12. PIANO FINANZIARIO

Piano Finanziario Anno 1

Voci di spesa                                                    N. Unità              Costo Unità Mensile              Costo Totale Mensile       Costo Totale

PERSONALE ESPATRIATO

Docente universitario Roma Tre (4 settimane)                    1                                     € 2.000,00                                           € 2.000,00                          €   2.000,00

Esperto di genere (2 settimane)                                            1                                     € 1.000,00                                            € 1.000,00                          €   1.000,00

Medico infettivologo (3 settimane)                                       1                                     € 1.500,00                                            € 1.500,00                         €    1.500,00

Esperto comunicazione (4 mesi)                                             1                                     € 2.000,00                                           € 2.000,00                          €    8.000,00 

Capo progetto (6 mesi)                                                           1                                     €  2.000,00                                           € 2.000,00                          €  12.000,00

Amministratore                                                                       1                                     € 1.000,00                                           € 1.000,00                          € 12.000,00  

Cooperante (4 mesi)                                                               1                                      € 1.200,00                                          € 1.200,00                          €    4.800,00

Volontari  (4 mesi)                                                                  2                                      €   900,00                                           € 1.800,00                           €   7.200,00 

     

     

PERSONALE IN LOCO

Stipendio mensile medio nel Paese 50 dollari   

     

Segretario/logista (5 mesi)                                                     1                                     €   150,00                                            €    150,00                           €       900,00
Tecnici Kwetu Film Institute                                                                                                                                                                                                     8.000,00

Cameraman                                                                             1

Attori/animatori                                                                      2

Tecnico suono                                                                         1

Tecnico montaggio audio-video                                             1

Guide/interpreti                                                                      2                                      €   200,00                                            €    400,00                         €     4.800,00     
Meccanico/attrezzista                                                             1                                      €   200,00                                             €    200,00                         €    2.400,00

Autista per spostamenti interni                                              1                                      €   300,00                                            €    300,00                         €    3.600,00

Cuochi da campo (donne Ong Aspire)                                    2                                       €  154,00                                            €    308,00                          €      308,00

Subtotale PERSONALE                                                                                                                                                                                                       €           0,00

 

ATTIVITA' E SERVIZI    

1 euro = 1044.662 franchi rwandesi

Organizzazione carovana                                                                                                                                                                                                         €      3.000,00 

Toyota Land Cruiser (benzina)                                              

noleggio comprensivo di autisti/meccanici (4 m.)                   4                                                                                                    10.000,00                             40.000,00

Attrezzature   (vedi dettagli)                                                                                                                                                                                                           9.000,00          

Materiale per... (vedi dettagli)                                                                                                                                                                                                  €     1.500,00

Materiale per.........................                                                                                                                                                                                                   €      2.000,00

Ufficio preparazione progetto (trilocale)                                                                      €   600,00                                                                                            €    7.200,00
Materiali per ufficio                                                                                                                                                                                                                 €     3.000,00

Vitto e alloggi (x stanze)                                                                                              €  1.000,00                                                                                           €    12.000,00       

Subotale ATTIVITA' E SERVIZI                                                                                                                                                                                                        0,00

 

VIAGGI E TRASPORTI

Aereo Roma-Kigali  (1 scalo) 1800 euro in media      

         

Viaggi internazionali A/R per Docente Roma tre               3                                                                                                                                                 €    5.400,00

Viaggi internazionali A/R per esperti                                  3                                                                                                                                                 €     5.400,00

Viaggi  internazionali per altro personale                           5                                                                                                                                                  €     1.800,00

Viaggi per missioni di monitoraggio (Italia/Rwanda )        4                                                                                                                                                 €     1.200,00

Altri trasporti (forfait)                                                                                                                                                                                                              €      6.000,00

Subtotale VIAGGI E TRASPORTI                                                                                                                                                                                                     0,00

 

COMUNICAZIONE

Progettazione Campagna di comunicazione                                                                                                                                                                            €     1.000,00            Spazi in programmi radiofonici                                                                                                                                                                                                €        500,00

Produzione di 2 spot (radio e tv) e inserzioni                                                                                                                                                                           €     1.000,00 Mostra/mercato prodotti progetto                                                                                                                                                                                           €        500,00

Altre attività di comunicazione (App, Facebook, Youtube)                                                                                                                                                     €        800,00     

Giornate di promozione (3)                                                                                                                                                                                                       €     1.500,00

Produzione di un cortometraggio                                                                                                                                                                                              €     1.000,00

Subtotale COMUNICAZIONE                                                                                                                                                                                                €     6.300,00

           

                                                                                                                                                  

SUB-TOTALE  GENERALE                                                                                                                                                                                                   €  280.900,00

Spese generali (10%)                                                                                                                                                                                                                €    28.090,00

TOTALE GENERALE                                                                                                                                                                                                               308.990,00

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         

 

ALLEGATI AL PROGETTO

 

Scheda sintetica Marocco

Scheda Paese Marocco

Scheda sulla Cooperazione italiana nel Paese

Scheda sul partenariato tra U.E. e Marocco

Scheda biblio-sitografica sui temi del progetto

 

 

 

 

        Università Roma3

 

  Dip. Studi umanistici

 

Cooperazione italiana

  

 Dossier Cooperazione

 

Gruppi di lavoro Corso

 

  Gruppi di lavoro Lab. 

    

  Utl nel mondo

 

 Link & Libri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Partner

 

 

 

 

 

   Soleterre

 CCesvi

 

 

 

 

 

   AiBi

   Soleterre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   Soleterre

    

   AiBi

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                 Home