Il viaggio dei migranti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovani nigerini

 

 

 

                   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Niger, mercato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ingresso del Dipartimento Filosofia Comunicazione Spettacolo Università di Roma Tre

 

 

 

 

 

 

internazionali

10% destinato agli stipendi del

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prodotti agricoli in Niger

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Valuta del Niger: Franco CFA BCEAO

1 euro=655.96 Franchi CFA

 

Il reddito mensile medio netto in Niger è di circa 125.000 CFA, circa 190 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Conceria in Africa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Storia e Politiche della Cooperazione internazionale

m

Corso di Laurea Magistrale in Storia e Società 2021/2022

 

Il Progetto 2022: "Migranti agenti di sviluppo"

 

Il Progetto prescelto - tenendo conto delle aree di interesse geografico e tematico dell'Università Roma Tre - riguarda il tema

del ruolo dei migranti per lo sviluppo del loro paese: non soltanto per le rimesse, che costituiscono una fondamentale risorsa per

i paesi di provenienza, ma anche per la potenzialità di contatti, scambi, rapporti commmerciali, relazioni economiche e culturali

tra i paesi d'immigrazione e quelli di provenienza.

Il Paese d'intervento è il Niger: paese chiave del difficile, pericoloso e spesso letale percorso verso l'Europa di migliaia di migranti

di diversi paesi africani: che, passando dal Niger, si dividono poi nelle rotte verso le coste tunisine o libiche, per sfidare prima il

deserto, le rapine e le torture dei campi lager e poi le acque e le tempeste del Mediterraneo. Assicurare corridoi umanitari per i

migranti, e scommettere sul loro possibile ruolo di agenti dello sviluppo nei nostri e nei loro paesi, è il tema di questo progetto.

 

INDICE DEL PROGETTO:

 

1. GIUSTIFICAZIONE E CONTESTO

La storia recente del Niger è caratterizzata dal susseguirsi di colpi di stato e da una forte instabilità politica: dal 1960 – anno dell’indipendenza del

paese - ad oggi si sono verificati ben 5 colpi di stato che hanno alimentato tensioni e difficoltà di natura economica e politica.

Risale agli anni Settanta, quando il Niger si rende più indipendente nei confronti della ex madrepatria francese, con l’avvio dei rapporti commerciali

con la Cina, l’origine dell’attuale fragilità economica del paese. La scoperta di diversi giacimenti di uranio permise l’avvio di una fase di crescita

economica, che però si rivelò diseguale per via della mancata ridistribuzione delle ricchezze. Questo comportò il verificarsi di una crisi economica negli

anni ’80, aggravata dalla siccità nel 1983. La siccità si inserisce in un quadro climatico instabile, costituito da piogge sempre più irregolari, inondazioni,

tempeste di sabbia, invasioni di locuste e risorse naturali in via di esaurimento.

Non sorprende dunque che ad oggi il Niger sia uno dei paesi più poveri al mondo, con un PIL che si attesta attorno ai 13,20 miliardi di euro. Alle

condizioni ambientali avverse, si aggiunge l’effetto negativo della mancanza di uno sbocco sul mare, la mancanza di comunicazioni e l’insufficienza di

terre fertili. L’economia nigerina si basa principalmente sull’agricoltura, che contribuisce al 40% circa del PIL nazionale e fornisce sussistenza all’80%

della popolazione, seppure continuamente minacciata da carestie e desertificazioni. Nonostante il tasso di disoccupazione si attesti attorno allo 0,70%,

circa il 40% della popolazione vive al disotto della soglia minima di povertà.

A tutto ciò si aggiunge una diffusa insicurezza sociale, dovuta alla presenza pervasiva di gruppi terroristici di matrice islamica, tra cui Boko Haram.

La lotta al terrorismo ha fatto sì che il Niger sia diventato un paese iper-militarizzato, con contingenti militari francesi, americani, canadesi e tedeschi.

La presenza occidentale si motiva anche per la volontà di controllare i flussi migratori, da sempre fenomeno intrinseco alla storia del paese.

Negli anni '60, i nigerini emigrarono principalmente nei paesi costieri dell'Africa occidentale per lavorare su base stagionale. Alcuni si sono diretti in

Libia e Algeria negli anni '70 per lavorare nell'industria petrolifera in forte espansione fino al suo declino negli anni '80. Dagli anni '90, le principali

destinazioni dei migranti sono stati i paesi dell'Africa occidentale, in particolare Burkina Faso e Costa d'Avorio, mentre l'emigrazione in Europa e

Nord America è rimasta modesta. Nello stesso periodo, Agadez, città della rotta commerciale nel deserto del Niger, è diventata un hub per i migranti

dell'Africa occidentale e di altri sub-sahariani che attraversano il Sahara verso il Nord Africa e poi verso l'Europa.

Oggigiorno il tasso netto di migrazione è negativo e si attesta a meno 0,66 migranti su mille abitanti.

E' in questo complesso contesto socio-economico che il nostro progetto si propone di svolgere una duplice azione: da una parte creare corridoi regolari

per una migrazione sicura, dall’altra instaurare un contesto dialogante tra il paese di partenza e quello di immigrazione, nel quale il migrante venga

considerato un agente di sviluppo. I proponenti ritengono necessario superare la concezione tradizionale dei  corridoi umanitari basata sull'eccezionalità

della misura e della situazione, prendendo atto della sistematicità del problema. In secondo luogo il progetto mira alla valorizzazione dell’immigrato,

risorsa creativa e lavorativa per il paese di partenza e di arrivo.

 

Scheda Paese Niger sintetica e   Scheda Paese Niger completa

 

Durata del progetto: 12 mesi

 

hhh

2. SOGGETTO RICHIEDENTE E PARTNER

Soggetto richiedente:

Proponente del progetto pilota è l'Università di Roma Tre, i cui studenti - in occasione del Corso di Cooperazione internazionale 2021/2022 -

hanno elaborato questa prima bozza di progetto sulla migrazioni dal Niger. L'Università di Roma Tre ha negli ultimi anni rafforzato il suo impegno

in attività di Cooperazione allo sviluppo, proponendosi come soggetto esecutore di diversi progetti, in vari ambiti, tra i quali il Patrimonio culturale

o la Formazione sui temi della Giustizia; in Paesi quali la Somalia, per la quale è stato realizzato un importante "Archivio Somalia", sede virtuale

della cultura del paese; o il Salvador, dove è stato completato recentemente un progetto di sostegno alla Segreteria della cultura (Secultura) salvadoregna.

 

Partner principali:

Agenzia Italiana per la Cooperazione - Ministero degli Affari Esteri - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo

La Dgcs è già stata finanziatore di Roma Tre per diversi progetti, nei temi sopra accennati. L'attuale Agenzia per la cooperazione ha mantenuto

tra le sue priorità il tema dello sviluppo incentrato sui giovani, uomini e donne. La Cooperazione Italiana rappresenta uno dei partner di riferimento

per il Niger: numerosi sono i progetti, finanziati sul canale bilaterale, per un totale di circa 500 milioni di euro. 

Dato che in Niger dilaga la disoccupazione,  l’AICS lavora per aiutare i giovani a mettersi in proprio e per finanziare e incentivare le micro imprese

che stanno sorgendo.

Utl (Unità tecnica locale dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione) di Ouagadodogu 

La Utl è diretta dall'Esperto Bruno Gennaro Gentile, ha sede a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, e ha in carico anche le attività nel Niger.

Un esempio è il progetto “Sostenibilità ambientale e stabilizzazione economica della rotta di transito – DESERT”,  che ha lo scopo di creare nuove

opportunità di lavoro e nuove imprese nelle regioni di Agadez e Tahoua. Molto importante è il progetto “IDEE-Iniziative per lo sviluppo delle imprese”,

cofinanziato dall'AICS e realizzato dall’OIM Niger. Questo progetto, conclusosi nel 2020, è stato realizzato in tre regioni del Niger: Niamey, Tahoua

e Zinder. Attraverso questo progetto sono state create nuove opportunità di lavoro per i giovani nigerini.

 

Partner istituzionali:

IOM, (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni), che fornisce assistenza specialmente in Africa, favorendo lo sviluppo sociale ed economico

del paese attraverso la migrazione e allo stesso tempo difendendo la dignità ed il benessere dei migranti

WFP (World Food Programme),  che punta ad aiutare le popolazioni che soffrono la fame (e non solo) direttamente sul posto.

FAO (Food and Agricolture Organization of UN), che fornisce aiuto assistenziale ai paesi che ne necessitano, principalmente

riguardo le tecniche di agricoltura pesca ecc.

 

Partner non governativi:

Cospe (Cooperazione per lo Sviluppo dei paesi Emergenza)

Il Cospe è attivo in più di 25 paesi dell’Africa per la difesa e valorizzazione degli individui e specialmente della figura dei migranti.

Attualmente opera in Niger attraverso un progetto attivo di nome Oplà: fine ultimo del progetto è quello di mirare a contribuire alla

stabilità regionale e a migliorare la gestione delle migrazioni, affrontando le cause profonde delle migrazioni irregolari,

aumentando l’opportunità di lavoro nell’area e promuovendo lo sviluppo locale attraverso una gestione sostenibile dell’ambiente.

Open Arms

Open Arms è un’organizzazione non governativa che si occupa di proteggere in mare le persone che cercano di raggiungere l’Europa

e che fuggono da conflitti bellici, persecuzioni o situazioni di povertà, nonché di informazione e formazione a terra, così che le persone

che emigrano possano prendere le loro decisioni. I suoi progetti hanno come obiettivo generale la “promozione di alternative socio-economiche

nelle comunità di origine mediante l'informazione, la formazione comunitaria e l'integrazione nel mondo del lavoro in collaborazione con il settore

privato e le istituzioni pubbliche”, al fine di proporre un’alternativa sul territorio ai pericoli insiti nella scelta di immigrare clandestinamente.

 

Controparti locali del Progetto:

Università Abdou Moumouni University of Niamey (UAM)

Ong COOPI (presente in Niger dal 2012) https://www.coopi.org/it/paese/niger.html#

Association Nigérienne de Défense des Droits del L’Homme (ANDDH) https://www.coopi.org/it/paese/niger.html#

IOM Niger https://niger.iom.int/iom-niger

-Ministero dell’Imprenditoria giovanile

-Ministero degli Esteri nigerino

 

3. OBIETTIVI DEL PROGETTO

 

Obiettivo generale

L’obiettivo principale del progetto è evitare i pericoli, gli abusi e le sofferenze in cui incorrono i migranti nei “tradizionali” percorsi di migrazione,

mettendo i migranti in condizione di essere agenti del proprio sviluppo sia in patria che dal paese di immigrazione.

I

Obiettivi specifici

Gli obiettivi specifici del progetto sono:

- disporre di una via sicura ed agevolata per i migranti provenienti dal Niger diretti in Europa, evitando le tremende sofferenze

  nelle quali potrebbero incorrere i migranti nei “tradizionali” percorsi di migrazione

- mettere al corrente la popolazione locale dei rischi della migrazione e quindi illustrare le vie più sicure;
- favorire l’inserimento dei migranti nei paesi di arrivo

- dare alla popolazione locale che è costretta a rimanere le opportunità di sviluppare attività lavorative in rapporto

  con i nigerini emigrati in Italia
- valorizzare le attività locali e i prodotti tipici, quali l’artigianato.


4.  DESTINATARI


Destinatari Diretti

I destinatari diretti di questo progetto sono i giovani nigerini  che desiderano emigrare verso l'Europa.

 

Destinatari Indiretti.

Le famiglie dei ragazzi nigerini che grazie alla loro esperienza in Italia percepiranno una parte del ricavato del loro lavoro che servirà a sostenersi

Il sistema economico e di sviluppo del Niger, che grazie all’esperienza dei ragazzi nigerini in Italia vedrà impiegato nel paese ciò che è stato

imparato all’estero.

Il sistema lavorativo italiano, poiché riuscirà ad occupare posti lavoro lasciati vuoti dai residenti italiani; e potrà fruire anche dei prodotti

provenienti dal Niger.

 

5. QUADRO LOGICO

 

Risultati attesi                                       Logica d’intervento                                Indicatori

          Fonti di verifica                                   Condizioni

             

Risultato 1: Emigrare

senza rischi

Attività1.1: Attivati corridoi         Individuare percorsi di migrazione      Numero di beneficiari        Documentazione di viaggio         Consenso e  collaborazione       

protetti dal Niger all'Italia               sicuri e strutture di accoglienza                nigerini                                e accoglienza                       delle autorità locali e italiane

                                                           in Italia                                                                                                                                                      e percorsi utilizzabili

 

Attività 1.2: Informati                   Sensibilizzazione tramite i                  Numero di nigerini ai quali      Consenso e partecipazione                 Canali locali di

i giovani nigerini sui                      canali di comunicazione più usati            arriva l’informazione              dei migranti  nigerini             comunicazione disponibili

corridoi per emigrare                    (social network, radio)

 

Risultato 2: Inserimento

nei paesi di destinazione

Attività 2.1: Rafforzati                       Istituire corsi di italiano,             Numero di nigerini che hanno       Nigerini integrati nel tessuto     Ottenimento del permesso

i servizi per l’orientamento,              storia e cultura del paese,            seguito i corsi e si sono                   sociale, culturale e                   di soggiorno; ammissione

l’inserimento lavorativo e             stage e  percorsi di integrazione      inseriti nelle attività lavorative        professionale italiano;               dei migranti negli istituti      

l’avvio di impresa                             sociale e professionale                                                                          conoscenza della lingua                 scolastici e nel mondo

                                                                                                                                                                                                                                           lavorativo

Risultato 3: Creazione di               

di vendita e commercio                  

nigerino in Italia                            

                                                                             

                            

Attività  3.1: Create                   Creare, con la collaborazione              Consistenza e qualità                    Partecipazione e capacità          Conoscenza e pubblicizzazione

attività ed imprese                      di aziende italiane, un'attività             della azienda nigerina                     professionale dei                                 dell'azienda

nigerine in Italia                          per importare prodotti nigerini                         in Italia                                  nigerini coinvolti                             nigerina in Italia

                                                     in Italia (arachidi, cuoio, pelli)

Risultato 4: Aiutato chi 

vuol restare in Niger 

Attività 4.1: Avviare imprese        Dare formazione e  possibilità         Numero di giovani formati           Numero di giovani formati            Autorizzazioni, formatori,

nel paese per creare                         di posti di lavoro sfruttando          e in grado di trovare lavoro           e percentuale di personale              materiale formativo,

opportunità e alternative                      le risorse locali anche                                 in loco                                    assunto                                     aule per la formazione         

alla migrazione                                   per la esportazione in Italia

                                                                (arachidi, cuoio, pelli)

                      

 

6. RISULTATI ATTESI E RELATIVE ATTIVITA’

Risultato 1:   Giovani migerini emigrati senza rischi dal Niger all'Italia

Attività 1.1 : Attivare corridoi 'regolari' dal Niger all'Italia

Attività 1.2 : Informare i giovani nigerini sui corridoi 'regolari' che permettono di emigrare il Italia senza rischiare itinerari pericolosi,

                      attraverso gli strumenti di informazione del paese.

Risultato 2 :   Formati i giovani nigerini coinvolti nel progetto

Attività 2.1 :  Corso di italiano tenuto da insegnanti madrelingua che abbiano una buona conoscenza della lingua francese.

Attività 2.2 :   Corso integrativo su come aprire e gestire un’impresa (con informazioni su possibili finanziamenti per giovani imprenditori stranieri in Italia).

Risultato 3 : Inserimento dei giovani nigerini arrivati in Italia nel mondo del lavoro e nella società italiana

Attività 3.1 : Rafforzare i servizi per l’orientamento, l’inserimento lavorativo e l’avvio di impresa, con particolare attenzione alla produzione

                      di prodotti del paese di provenienza

Risultato 4 : Aiutati i giovani che intendono restare in Niger ad avviare imprese e a individuare prodotti tipici del paese da esportare in Italia

Attività 4.1 : Sostenere nuove imprese per produzioni locali adatte all'esportazione verso l'Italia

Risultato 5 : Sensibilizzati gli italiani per far conoscere il nostro progetto

Attività 5.1 : Attività di sensibilizzazione degli imprenditori italiani sui prodotti (arachidi, cuoio, pelli, oroficeria) tenuti dai giovani nigerini.

 

Durata complessiva del progetto:  12 mesi


Responsabile Scientifico: Prof. Massimo Ghirelli, Università di Roma Tre

 

7. ASPETTI METODOLOGICI 

Il progetto vuole avere un approccio partecipativo, ovvero creare una partecipazione attiva mirata al coinvolgimento dei giovani nigerini desiderosi

di emigrare, per evitare i rischi di una migrazione clandestina e aiutarli a seguire percorsi protetti per il loro viaggio verso l'Europa, e l'Italia in particolare.

Questo significa informare i nigerini sui corridoi umanitari, prepararli a un percorso di integrazione attraverso attività di comunicazione e corsi di italiano

e formarli da un punto di vista professionale per l'inserimento nella società italiana sia dal punto di vista culturale che da quello professionale, anche per

una possibile gestione di imprese.

La comunicazione sarà finalizzata alla pubblicizzazione del percorso formativo e lavorativo degli immigrati e alla sensibilizzazione culturale della

popolazione nigerina al fine che tutti possano aver chiaro lo scopo ultimo del progetto.

La metodologia prevede anche corsi  di formazione specifica con l’obiettivo di preparare i giovani migranti alle attività previste dal progetto e formarli

nella gestione di tali attività. Ma il progetto si rivolge anche alla popolazione nigerina, alla quale si propone di partecipare a un circolo virtuoso che dalla

emigrazione protetta di questi giovani possa arrivare ad attività economiche locali, dirette proprio a produzioni agricole e commerciali destinate all'Italia.

 

8. CRONOGRAMMA

Attività                Mese 1       Mese 2        Mese 3       Mese 4       Mese 5       Mese 6       Mese 7      Mese 8       Mese 9       Mese 10      Mese 11      Mese 12

Viaggi per

progetto                     X                X                                       X                                                       X                                                          X                                     X

Sensibilizzazione

Selez. e formare

personale                   X                 X

Corsi                                                  

Monitoraggi

e valutazioni                                                         X                                                        X                                                        X                                                         X

 

 

9. MONITORAGGI E VALUTAZIONI

La valutazione di un progetto si inserisce nelle diverse fasi del ciclo di vita di un progetto, determinandone il corso. Il monitoraggio e la valutazione

hanno le funzioni di analizzare e comprendere l’impatto reale del progetto in Niger per permettere la verifica dello stato della attuazione, per migliorarne

la qualità e apprendere dall’esperienza, anche in vista di una presa di decisione consapevole.

In particolare, il monitoraggio si svolge per tutta la durata del progetto per valutarne gli elementi positivi o negativi, raccogliendo metodicamente

i dati sul lavoro svolto. Le valutazioni vengono effettuate in due momenti: a metà del periodo di attuazione (valutazione in itinere), e alla fine del progetto

(valutazione finale), analizzare il grado di raggiungimento degli obiettivi previsti e i risultati conseguiti.

Monitoraggio interno

Il monitoraggio interno avverrà in maniera costante tramite l’analisi dell’equipe, sulla base di incontri ogni tre mesi, che serviranno ad apportare

le eventuali modifiche richieste o ritenute necessaire.

Monitoraggio esterno

Il monitoraggio esterno prevede due controlli annui, effettuati a distanza di cinque mesi dal docente dell’Università degli studi di Roma tre e/o altri

Esperti necessari. Il monitoraggio ha lo scopo di valutare i progressi che si stanno ottenendo in termini di raggiungimenti degli obiettivi previsti,

e di mostrare la rilevanza e la ripetibilità del progetto.

 

Valutazioni

Per garantire la riuscita del progetto l’Università di Roma tre svolgerà valutazioni in itinere (a metà del periodo di attuazione) per controllare

se il progetto sta raggiungendo gli obiettivi previsti ed eventualmente ri-orientarli.

Una seconda valutazione, che si avvarà di un professionista esterno, è prevista alla fine del progetto per rilevarne la riuscita e le eventuali

criticità del progetto.

 

10. SOSTENIBILITA’ DEL PROGETTO

Sostenibilità istituzionale

La sostenibilità istituzionale del progetto è in primo luogo garantita dall’appoggio ricevuto dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione, e dal Ministero

degli Affari Esteri, la cui Dgcs (Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo) è già stata finanziatore di Roma Tre per diversi progetti. 

Un ulteriore sostegno arriva dalla Utl (Unità tecnica locale dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione) di Ouagadougou: che ha come ambito territoriale

di competenza non solo il Burkina Faso, ma anche il Niger. Tutti questi enti - che condividono gli obiettivi del progetto, ne assicurano la sostenibilità

a livello istituzionale.

Per quanto riguarda le istituzioni locali, è importante menzionare il sostegno ricevuto da: l’Università Abdou Moumouni University of Niamey (UAM),

l’Ong COOPI (Cooperazione internazionale) - presente in Niger dal 2012 - e l’ Association Nigérienne de Défense des Droits del L’Homme (ANDDH),

il cui appoggio è altrettanto fondamentale per la sostenibilità istituzionale del progetto.

 

Sostenibilità Sociale

La sostenibilità sociale del progetto è una delle componenti fondamentali del progetto ed è assicurata in due direzioni: da una parte assicurare corridoi

sicuri per i migranti provenienti da un paese che si può definire come “paese chiave” del difficile, pericoloso e spesso letale percorso verso l'Europa;

dall’altra puntare sul possibile ruolo dei migranti stessi come agenti dello sviluppo nei nostri e nei loro paesi.

In entrambi i casi, l’obiettivo principale è quello di fare la differenza in circostanze in cui un intervento come quello pianificato può salvare

innumerevoli vite attraverso canali ufficiali, sicuri, certificati. Un altro aspetto importante risiede nell’impatto che il rapporto che si viene a creare

tra i due paesi può avere su quello ricevente: il progetto punta a cooperare, a educare, a contribuire ad un miglioramento che non è fine a sé stesso

ma che va e può essere protratto nel tempo e replicato. Inoltre, bisogna considerare che la sostenibilità sociale è riconducibile anche al rapporto

armonioso tra i due paesi in considerazione e, quindi, ai preaccordi che ammettono l’esistenza delle condizioni necessarie affinché il progetto

in questione possa svilupparsi in maniera consona ed efficace.

 

Sostenibilità Economica

La sostenibilità economica del progetto risiede in molteplici aspetti che lo caratterizzano. Alla base di tutto, è centrale il concetto che vede il migrante

come agente di sviluppo. Tale funzione può essere osservata nel paese d’accoglienza, ma ha risonanza positiva anche in quello di partenza. Bisogna

considerare che, con l’arrivo e con l’integrazione del soggetto in Italia, si intende anche l’ingresso nel mondo del lavoro di cui beneficerebbe l’economia

del luogo in questione. Inoltre, è necessario considerare che la pratica più diffusa nei casi di migrazione vede il capofamiglia che, al fine di trovare una

sistemazione e una situazione di stabilità, si sposta per creare le migliori condizioni in cui accogliere in un secondo momento il proprio nucleo familiare.

Nel mentre, però, si è soliti trasferire parte del denaro guadagnato ai membri che risiedono ancora nel paese di partenza. Ciò fa sì che le somme inviate

giovino anche al sistema economico di quest’ultimo. Un altro aspetto importante da prendere in considerazione è che i risultati che si otterranno

da tale progetto disincentiveranno le tratte alternative che si sono sviluppate in Niger. Il tutto avrà ripercussioni sulle organizzazioni criminali

e su tutta quella parte della società che beneficia dell’illegalità a discapito del funzionamento del paese.

 

Sostenibilità Ambientale

La sostenibilità ambientale del progetto prevede l’attuazione di quest’ultimo nel totale rispetto dell’ambiente circostante. Tale sostenibilità è garantita

dall’ideazione e promozione di una serie di attività culturali-economiche legate al territorio che non ne snaturino le caratteristiche.

Il progetto non andrà ad impattare gravemente sull’ambiente, a partire dalla logistica dei trasporti, al riutilizzo dei materiali, fino allo sviluppo di una

imprenditoria locale che punti sulle risorse di cui il territorio è naturalmente dotato. Dunque, un progetto che tenga conto del quadro climatico

(spesso instabile) del Paese e che valorizzi le risorse locali e il settore dell’agricoltura, sul quale l’economia nigerina si basa principalmente.

 

Replicabilità

I fattori che assicurano la replicabilità del progetto sono diversi: il primo riguarda la prevista formazione dei destinatari del progetto affinché questi

abbiano la possibilità di ampliare e portare avanti le opportunità di lavoro anche dopo la fine del progetto stesso.

Al fine di consentire ai giovani migranti di divenire agenti del proprio sviluppo sia in patria che nel paese di immigrazione, è stato contemplato un

programma di formazione per l’avvio e lo sviluppo di imprese locali in grado di generare opportunità, posti di lavoro e alternative alla migrazione,

sfruttando le risorse del Paese; allo stesso modo si rafforzerà la pubblicizzazione e la valorizzazione di tali imprese in Italia, al fine di creare, con la

collaborazione delle aziende italiane, un canale commerciale tra i due paesi.

Si tratta di un modello replicabile in quanto permetterebbe ai lavoratori di continuare ad espandere e incrementare le loro attività utilizzando un nuovo

canale di produzione e distribuzione dell’imprenditoria giovanile locale.

Tutte le attività contribuiscono a rendere il progetto riutilizzabile, assicurando ai giovani nigerini formazione e lavoro nel Paese d’origine e sollevando

interesse in quello di destinazione (l’Italia) per la produzione e l’imprenditoria nigerina.

 

11. RISORSE UMANE, FISICHE E FINANZIARIE

Il progetto prevede Personale espatriato e Personale in loco.

Personale espatriato

- Docente Roma Tre: coordinatore del progetto elaborato dagli studenti del corso di Storia e politiche della Cooperazione

  allo sviluppo  per l'anno 2021– 2022. Si occuperà del monitoraggio esterno e della valutazione del progetto.

- Capo progetto: supervisionerà tutte le fasi delle attività svolte per il progetto

- Esperto di comunicazione: si occuperà degli strumenti di informazione e sensibilizzazione sul progetto.

- Esperti di agricoltura: si occuperà della formazione e di fornire le adeguate conoscenze sull’agricoltura

- Amministratore: seguirà e gestirà gli aspetti amministrativi ed economici del progetto 

- Logista: seguirà tutti gli aspetti organizzativi e logistici del progetto

- Cooperanti (4): aiuteranno il capoprogetto, gli esperti e gli altri operatori del progetto

- Volontari (4): coadiuveranno i cooperanti

 

Personale in loco

- Guida/interprete 

-  Responsabile delle risorse umane 

- Assistente amministrativo: aiuterà l'amministratore del progetto 

- Autista: per tutti gli spostamenti in 12 mesi 

- Personale di servizio: pulizia e spese per l'appartamento/ufficio del progetto in 12 mesi

Altre risorse

Sono anche previsti, oltre ai viaggi internazionali, ,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,

Sono inoltre previsti servizi di consulenza ....................

 

12. PIANO FINANZIARIO

Piano Finanziario

Voci di spesa                                                    N. Unità              Costo Unità Mensile            Costo Totale Mensile          Costo Totale

PERSONALE ESPATRIATO

                                                                                                                                                                     

Docente Roma Tre (3 mesi)                                                1                                       € 2.200,00                                                                                  €   6.600,00   

Capo progetto (12 mesi)                                                       1                                      € 2.200,00                                                                                   € 26.400,00          

Esperto di comunicazione (8 mesi)                                       1                                      € 2.000,00                                                                                   € 16.000,00

Esperto di agricoltura  (8 mesi)                                            1                                      € 1.800,00                                                                                   € 14.400,00

Amministratore (12 mesi)                                                     1                                      € 1.000,00                                                                                   € 12.000,00  

Logista (12 mesi)                                                                   1                                      € 1.500,00                                                                                   € 18.000,00  

Cooperanti (2x3 mesi)                                                           4                                      € 1.200,00                                      € 4.800,00                            € 28.800,00

Volontari (2x3 mesi)                                                              4                                      €    900,00                                      € 3.600,00                            € 21.600,00 

               

Subtotale PERSONALE ESPATRIATO                                                                                                                                                                        143.800,00

PERSONALE IN LOCO

Guida/interprete (12 mesi)                                                     1                                         €  465,00                                                                                    €  5.500,00

Autista (12 mesi)                                                                     1                                        €  225,00                                                                                    €   2.700,00    

Assistente amministrativo (8 mesi)                                        1                                        €  264,00                                                                                    €   3.168,00

Responsabile delle risorse umane (12 mesi)                         1                                         €  300,00                                                                                   €   3.600,00

Personale di servizio (12 mesi)                                               3                                         €  190,00                                       € 470,00                              €   5.640,00

Guardia armata (12 mesi)                                                       1                                           300,00                                                                                   €   3.600,00

                                          

Subtotale PERSONALE  IN LOCO                                                                                                                                                                                   24. 208,00   

Subtotale PERSONALE                                                                                                                                                                                                    168.008,00

 

Subtotale PERSONALE  (con ritenute 20%)................................................................................................................................................................... 336.016,00                                                                                                                                                              

 

ATTIVITA' E SERVIZI  

     

Sede del Progetto a Niamey (10 mesi)                                   1                                         €  450,00                                       €   450,00                            €    4.500,00

Alberghi e altre sistemazioni                                                 30                                       €     80,00                                       €  2.400,00                          €    2.400,00

                      

Organizzazione di corridoi protetti tra il Niger e l'Italia         1                                                                                                                                           €  

Incontri di formazione e sensibilizzazione                              

dei possibili candidati nigerini                                                 8                                     €     700,00                                           €  5.600,00                       €    5.600,00

Corsi di italiano                                                                        1                                      €                                                           €                                       € 

Servizi per l’orientamento, l’inserimento lavorativo

e l’avvio di impresa in Italia                                                                                                                                                                                                  € 

Sostegno di nuove imprese per produzioni locali

adatte all'esportazione (arachidi, cuoio, pelli, oroficeria)                                                                                                                                                    €    6.000,00

Esportazione di prodotti agricoli e tessili in Italia                1mc                                     €  1.200,00                                                                                   €  48.

Sensibilizzazione degli imprenditori italiani

sui prodotti (arachidi, cuoio, pelli, oroficeria) nigerini                                                                                                                                                         € 

 

Subotale ATTIVITA' E SERVIZI ......................................................................................................................................................................................                         

 

VIAGGI E TRASPORTI

Viaggi internazionali Roma-Nyamey                                     16                                       €  1.100,00                                                                                   €  17.600,00

via Parigi  - Air France (a/r)

Veicoli per spostamenti interni                                                 2                                       ???????                                           

auto + pulmino

Subtotale VIAGGI E TRASPORTI.....................................................................................................................................................................................      

 

COMUNICAZIONE

Informazione e sensibilizzazione sul progetto:

video, programmi radio, .........

Altro............

 

Totale  COMUNICAZIONE                                                                                                                                                                                     

  

                                                                                                                                                  

SUB-TOTALE  GENERALE                                                                                                                                                                                            

Spese generali (10%)                                                                                                                                                                                                       €    

TOTALE GENERALE....................................................................................................................................................................................................   

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         

ALLEGATI AL PROGETTO

 

Scheda sintetica Paese

Scheda Paese

 

Scheda sulla Cooperazione italiana nel Paese

Scheda sul partenariato tra U.E. e ..............

Scheda biblio-sitografica sui temi del progetto

 

 

DA SISTEMARE:

 

Incontri di formazione e sensibilizzazione in Niger            8                                     €     700,00                                              €  5.600,00                            €  5.600,00

 

Ristrutturazione di un campo agricolo in Niger                 1                                      €     800,00                                        €     800,00                            €       800,00

 

Attrezzature per impresa agricola                                                                                                                                                                                         €    5.000,00

 

Strutturazione di una impresa tessile in Niger                   1                                      €     950,00                                          €     950,00                            €       950,00

 

Attrezzature e materiali per impresa tessile                                                                                                                                                                         €    3.200,00

 

Esportazione di prodotti agricoli e tessili in Italia (4)        1mc                                   €  1.200,00                                                                                        €  48.000,00

 

                                

 

 

        Università Roma3

 

 Dip. Studi umanistici

 

Cooperazione italiana

 

 Link & Libri

 

Gruppi lavoro Corso

 

Gruppi di lavoro Lab.  

 

  Utl nel mondo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

          Home